Violenza

Nella storia vi sono stati periodi dominati da regimi politici che hanno fatto sistematicamente uso della violenza come metodo di persuasione e di correzione delle masse. Oggi viviamo in una democrazia, che ha sostituito la coercizione del potere con la libertà di scelta e di espressione del cittadino. Ciononostante, gli episodi di criminalità sono dovunque in aumento. E dove esiste violenza c’è anche sempre un reiterato tentativo di coartare la libertà in ogni sua forma: dalla libertà di pensiero a quella di espressione e di stampa, di adesione ad un partito politico, di fede religiosa, di associazione, di circolazione. Tutte queste libertà, ribadite dalla nostra Costituzione, sono considerate diritti inalienabili, unitamente al primo diritto che è quello alla vita. Come si spiega allora quello che sta succedendo? Vi sembra possibile che una società civile democratica si possa nutrire di questi valori e al contempo di odio e di violenza? Come mai nella pratica il dialogo socratico è stato quasi completamente sopraffatto dall’hobbesiano homo homini lupus? Perché, secondo voi, si sceglie la strada del sopruso sull’altro piuttosto che quella del confronto pacato e sereno tra esseri umani?

Commenti

  1. La verità è che la nostra è una democrazia solo apparente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberto: secondo te per quali motivi?

      Elimina
    2. Semplice coloro che dovrebbero rappresentarci considerano l'agire per il popolo come l'ultimo dei loro pensieri e per assicurarsi il mantenimento della loro carica intrecciano rapporti con la malavita che quindi può spadroneggiare

      Elimina
    3. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:17

      Roberto: quindi tu ipotizzi l'uso della violenza come strumento di potere "legittimato" dagli stessi politici?

      Elimina
    4. esattamente è quello che succede sebbene ciò sia mascherato

      Elimina
    5. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:21

      Roberto: come si fa per uscirne?

      Elimina
    6. Bisognerebbe resettare il sistema in realtà considero questa una pratica che dovrebbe essere fatta periodicamente

      Elimina
    7. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:29

      Che vuol dire resettare il sistema? la società non è mica un pc...

      Elimina
    8. perchè no potremmo considerare l'intero sistema come una grande macchina che necessita di avere pezzi nuovi moderni e puliti da qualsiasi macchia in cui la macchia va intesa in senso metaforico come colpa

      Elimina
    9. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:35

      come si fa a resettare la società civile? le purghe di Stalin? o i campi di concentramento di Hitler?

      Elimina
    10. una rottamazione se volessimo usare un termine in voga in questo periodo: un cambiamento di chi compone la società ma in primis do chi lo rappresenta

      Elimina
    11. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:40

      Roberto: sono tutte belle parole, ma vorrei capire in concreto tu come proporresti questo azzeramento del sistema...da cosa ripartiamo?

      Elimina
    12. uno sciopero TOTALE che si arresta solo nel momento in cui chi ci rappresenta si dimetta

      Elimina
    13. GPurtroppo per ristabilire l'ordine c'è bisogno a sua volta di violenza... bisogna eliminare chi abusa del potere

      Elimina
    14. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:47

      quindi la rottamazione necessita di violenza per resettare il sistema...e così cosa abbiamo risolto?

      Elimina
    15. io non ho parlato di violenza piuttosto di una risoluzione ispirata dal metodo di Ghandi

      Elimina
    16. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:53

      Roberto: vuoi specificare meglio il metodo di Gandhi? Cosa vuol dire scioperare ad oltranza? Gandhi aveva come suo metodo quello dello sciopero?

      Elimina
    17. rinnovare la classe politica primo punto.
      prof per rimanere in tema , immaginate la nostra società come un PC pieno di virus , tale che tutti gli antivirus non riescano a fare qualcosa..quale sarebbe l'unica soluzione?

      Elimina
    18. Gandhi usava la non violenza una protesta silenziosa. bah, a mio parere bisognerebbe aggiungere a questo metodo un pizzico di determinazione che blocchi il sistema e renda indispensabile un'innovazione: ogni elemento del creato ha un'alpha e un'omega e il nostro sistema ha raggiunto l'ultima lettera

      Elimina
    19. lo chiedo a voi, anonimo...ma attendo ancora la risposta su Gandhi...

      Elimina
    20. Roberto: scusa se insisto, va bene la nonviolenza di Gandhi, ma non riesco a comprendere in che cosa concretamente possa consistere questo blocco del sistema...

      Elimina
    21. più o meno quello che state facendo voi docenti i vertici dovranno accorgersi che continuando così la situazione non potrà andare ergo non potendola cambiare saranno costretti ad arrendersi e a cedere il passo dinanzi la volontà popolare

      Elimina
    22. Ma se accenni uno sciopero i black block distruggono le piazze ti rovinano la nonviolenza. L'india è molto diversa dall'italia, e la società dell'1800 è diversa da quella dell'2000.. tutto anche la nostra costituzione è nata come risposta alla violenza del ventennio fascista. La violenza rigenera il mondo, sembra strano ma è cosi!

      Elimina
    23. Basta rifiutare tutti i nostri incarichi e svolgere un'azione unitaria. Se siamo compatti possiamo farcela

      Elimina
    24. Roberto tu vuoi distruggere, ma tutti sono bravi a distruggere pochi a ricostruire, ad esempio ricordati che se distruggi un palazzo lasci sulla strada anche le famiglie che ci abitavano.

      Elimina
    25. Anonimo: quindi per combattere la violenza e l'intolleranza basta scioperare ad oltranza?

      Elimina
    26. non consideri che a breve le famiglie resteranno comunque per la strada

      Elimina
    27. Per rivoluzionare un sistema bisogna versare del sangue, non ci perdete tempo!!

      Elimina
    28. si andrebbe in contro a una dittatura così facendo

      Elimina
    29. E dopo la tempesta c'è sempre l'arcobaleno!!

      Elimina
    30. La violenza non è necessaria è la mentalità dell'uomo che è contorta e infettata dalla società violenta

      Elimina
    31. Roberto: mi sembra che tu stia facendo riferimento allo stato...ma cosa ne pensi della violenza della società civile?

      Elimina
    32. che andrebbe condannata e evitata è il modo per evitarla è la cultura e l'impiego di elementi che diano sicurezza ai cittadini ad esempio una pattuglia per quartiere

      Elimina
    33. Ottimo pienamente d'accordo con roberto, ma anche un centro dove si possano aiutare quei ragazzi che sono nati in un contesto famigliare che non permette loro di comportarsi in maniera corretta.

      Elimina
    34. un'utopia impossibile questa... fino a quando la nostra mentalità sarà così...

      Elimina
    35. quindi proponete interventi di recupero per ragazzi dei quartieri difficili; un maggiore controllo delle forze di polizia; la cultura...altre proposte?

      Elimina
    36. Ma mirko che cosa dici, devi essere tu a voler cambiare le cose, per esempio da grande se avrò i soldi costruirò una associazione che aiuti i ragazzi con problematiche famigliari, tu se hai un idea portala avanti e vedi che anche se in piccola parte le cose le cambi!!

      Elimina
    37. Bisogna rischiare, azzardare, provare a cambiare le piccole cose, granello per granello il si costruisce un castello di sabbia.!!

      Elimina
    38. un impiego a priori delle forze dell'ordine che diano punti di riferimento e siano fonte di sicurezza è uno spreco vederle solo nelle grandi occasioni locali

      Elimina
  2. La violenza serve, SE TOCCATE IL CULO ALLA MIA RAGAZZA VI UCCIDO. Chi sono?

    RispondiElimina
  3. Secondo me è della

    RispondiElimina
  4. ragazza di anonimo29 ottobre 2012 09:15

    Anonimo mio lo sai che mi toccano solo il seno prorompente

    RispondiElimina
  5. Secondo me è stato della

    RispondiElimina
  6. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:15

    è della...

    RispondiElimina
  7. LA VIOLENZA PUò ESSERE EFFETTUATA ANCHE NON SOLO FISICAMENTE, COME ACCADEVA DURANTE IL NAZISMO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:18

      in che modo?

      Elimina
    2. TUTTI I GIORNI SUBIAMO VIOLENZA , IO REPUTO VIOLENZA ANCHE IL SEMPLICE FATTO DI SOTTOSTARE A VOLERI ALTRI SENZA AVERE POSSIBILITà DI REGIRE

      Elimina
    3. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:26

      Fox: puoi spiegarti meglio?

      Elimina
  8. Violenza è anche psicologica, della basta scrivere cacate

    RispondiElimina
  9. me da la finisco scusate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono CARMINE POLISENO per chi non lo sapesse eh

      Elimina
  10. Cmq perchè scriviamo come i nerd quando possiamo dire le stesse cose a voce?? BO!

    RispondiElimina
  11. ha ragione roberto , viviamo sotto un regime mascherato da democrazia.
    ormai la società in cui viviamo è COMPLETAMENTE corrotta..ci stanno levando tutti i nostri diritti e non ce ne rendiamo conto ... io non vi vedo soluzione , bisognerebbe resettare la società.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scrivici una canzone

      Elimina
    2. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:20

      Belze..: ci parli della corruzione? qualche esempio pratico?

      Elimina
    3. se resetti dopo un po' non torni allo stesso punto???

      Elimina
    4. la politica in primis, per non parlare dello sport , del mondo del lavoro , alle scuole ...tutto ormai

      Elimina
    5. non è la risposta alla mia domanda..

      Elimina
    6. belzeburro liriche ridi29 ottobre 2012 09:34

      secondo me non si tornerebbe allo stesso punto

      Elimina
  12. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:19

    Tutti: secondo voi la nostra società è tollerante?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. solo apparentemente

      Elimina
    2. secondo me no, la società ci comanda come marionette e noi continuiamo a credere di essere " liber"..ma liberi di che

      Elimina
    3. Hobbes vedeva nell'uniformità religiosa la chiave per un buon funzionamento della società civile..per me questo potrebbe essere un punto di partenza oggi

      Elimina
    4. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:24

      cosa è la società civile? si può confondere con lo stato?

      Elimina
    5. secondo me lo stato deve identificarsi con la societa civile

      Elimina
    6. VUOLE SEMBRARLO A TUTTI I COSTI, MA NON LO è

      Elimina
    7. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:30

      Bruno: ma difatti la società civile e lo stato sono due realtà civili differenti, ce lo ha spiegato Hegel nella Fenomenologia

      Elimina
  13. Secondo me la violenza è una forma di sopruso nei confronti della societa che ad oggi avviene sopratutto a livello psicologico..vedi lo stato nei confronti dei cittadini !!!

    RispondiElimina
  14. Checcone Della 94 Love29 ottobre 2012 09:19

    Domani le prendo da Clementino. La violenza è giusta.

    RispondiElimina
  15. Carminillo Danese Poliseno29 ottobre 2012 09:22

    a violenza, quindi, non necessariamente implica un danno fisico. L'indurre a un certo comportamento sotto:
    -la minaccia,
    -il plagio,
    -l'imposizione d'autorità contro la volontà del soggetto,
    sono alcuni esempi di violenza non fisica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:25

      chi fa violenza in questo modo?

      Elimina
  16. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:22

    tutti: ripeto la domanda...secondo voi la nostra società è tollerante?

    RispondiElimina
  17. CàRmìNìLlo TùNz TùNz29 ottobre 2012 09:22

    BèLLà Cìò TròPpò StìLè Règààà Nòn Là PàSsò Màì à PàLlòNè

    RispondiElimina
  18. pietro rubino orgoglio nazionale29 ottobre 2012 09:24

    La violenza è nell'indole dell'uomo che deve necessariamente controllarla tramite la ragione. Un uomo ragionevole non usa violenza verso altre persone se non nel momento in cui essa la razionalità viene persa, come nella pazzia momentanea causata da avvenimenti appartenenti alla sfera personale. La ragione controlla la vera natura dell'uomo che talvolta prende il sopravvento negli individui che non riescono a controllare i propri stimoli. In pratica chi usa violenza è uno stupido.(CAPITAN OVVIO)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:34

      quindi anche tu sei violento?

      Elimina
    2. Tutti in questo mondo siamo dei violenti perchè chi più chi meno agisce con poca lucidità

      Elimina
    3. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:41

      facciamo qualche esempio pratico? come facciamo violenza nel quotidiano?

      Elimina
    4. certo ci sono persone che non commettono violenze tutti i giorni perchè si controllano maggiormente e chi invece non riesce come i bulli nella scuola che violentano le persone sia mentalmente che fisicamente... perchè la peggiore violenza è proprio quella psicologica... chi la subisce viene segnato nell'animo, mentre una ferita fisica guarisce quella spirituale potrebbe essere indelebile

      Elimina
    5. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:48

      quali sono le forme di violenza psicologica che conoscete anche perché le avete personalmente subite?

      Elimina
    6. E' semplice subire una violenza psicologica , una ragazza che dice ad un ragazzo che questi è brutto avrà delle ripercussioni sul futuro di questo ragazzo se è un tipo sensibile. Molte volte a causa di poche parole la personalità di un individuo può crollare

      Elimina
    7. quindi la violenza psicologica comincia dall'uso di un linguaggio sbagliato e violento nei confronti dell'altro...

      Elimina
    8. esattamente e talvolta è anche involontario

      Elimina
    9. Anonimo: il linguaggio violento è involontario se viene utilizzato come fatto abitudinario, senza un'educazione al linguaggio nonviolento...ti pare?

      Elimina
  19. Ciao a tutti belli e brutti

    RispondiElimina
  20. CàRmìNìLlo TùNz TùNz29 ottobre 2012 09:25

    secondo me si perchè sono bravi

    RispondiElimina
  21. Della il cacone niggaz29 ottobre 2012 09:25

    Clementino me lo fa tanto. Cit

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CàRmìNìLlo TùNz TùNz29 ottobre 2012 09:27

      non è vero sabato sei stato bravissimo e lo voglio da te <3

      Elimina
  22. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:26

    tutti: assecondate gli atteggiamenti e i comportamenti violenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come si fa ad assecondare atteggiamenti violenti prof?

      Elimina
    2. Si, soprattutto al sud. la violenza non è la manovra politica di monti, tutti parlano di cose astratte come la società, la politica sui cittadini, la violenza è molto più concreta, la violenza è il compagno che ti sfotte a scuola, la violenza è la mafia che ci rende schiavi di un modello di vita fatto di omertà e paura, la violenza la facciamo noi con i nostri comportamenti.

      Elimina
    3. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:31

      quindi voi non siete violenti? non accettate la violenza come risposta al sistema?

      Elimina
    4. Che cosa intende con sistema?

      Elimina
    5. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:34

      l'attuale stato di cose...nello stato e nella società civile

      Elimina
    6. L'attuale stato di cose lo facciamo noi cittadini,studenti,genitori.. noi della violenza ne siamo partecipi la condividiamo, la diffondiamo perchè? perchè non la condanniamo. Quindi alla domanda voi non siete violenti? Io rispondo si siamo violenti.

      Elimina
    7. la violenza genera violenza ?

      Elimina
    8. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:39

      e dunque siamo anche intolleranti?

      Elimina
    9. Certamente. Ma non solo la violenza, figliuolo l'assenza di una società stretta, di un pensiero comune che condanni la violenza come diceva Leopardi genera violenza e degrado. Italia c'è tanta merda e la colpa è solo nostra.

      Elimina
    10. chi vi dirà: "si prof noi usiamo la violenza??"...è nella natura dell'uomo essere violenti...fra tutti gli animali l'uomo è l'unico che riesce ad uccidere qualcuno della stessa specie

      Elimina
    11. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:51

      Oggi perché si uccide l'altro?

      Elimina
    12. gli animali lo fanno per la sopravvivenza...mentre noi lo facciamo perché siamo travolti dalle emozioni e non sappiamo gestirle

      Elimina
    13. amore odio gelosia divertimento superiotità...i motivi sono tanti ma nessuno di questo è giustificato...noi uomini siamo gli unici a cui c'è stata data la ragione e la logica...ma alla fine dei conti ci rendiamo che il dono che ci è stato dato è troppo per noi...è preferiamo essere degli animali

      Elimina
    14. con quali comportamenti si potrebbe sostituire la violenza?

      Elimina
    15. giusto!! e anche perchè molti non fanno che pensare ai propri interessi e soprattutto ai soldi e al potere. e qindi fanno qualsiasi cosa per ottenere questo

      Elimina
    16. seneca dice che per controllare i nostri sentimenti bisogna usare la ragione...ma la ragione è una mentre i sentimenti sono troppi...quindi la violenza non può essere sostituita...l unica cosa che si potrebbe fare è limitarla il più possibile

      Elimina
    17. ci dobbiamo rassegnare agli istinti di aggressività? e l'educazione?

      Elimina
  23. io ho preso la patente nautica perchè un giorno ho visto in televisione durante una pubblicità due che con la barca andavano sulla strada... uffa volevo fare l'alternativo e invece l'altra volta ho provato a salire sul molo con la barca per andare sulla ss23 e invece mi sono schiantato sullo scoglio dove stava uno che apriva le cozze con le dita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhahahahah paradi pigghjt a patent B !!

      Elimina
  24. LOLLO BY FLORENCE29 ottobre 2012 09:30

    LA DANZA è LA MIA VITA

    RispondiElimina
  25. pietro rubino orgoglio nazionale29 ottobre 2012 09:30

    Se io assistessi ad una manifestazione di violenza ovviamente non asseconderei l'evento, piuttosto cercherei di arrestarlo non adoperando la violenza come risposta. L'ingegno come si sa vince sulla forza bruta

    RispondiElimina
  26. Un saluto dal Masi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrina Maitilasso29 ottobre 2012 09:32

      Un saluto dalla preistoria, il vostro mammut preferito

      Elimina
  27. ma uffa sempre qua stiamo a commentare vero Rocco?

    RispondiElimina
  28. come diceva roberto la nostra è solo una democrazia apparente ma in realtà sta diventando una dittatura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. br'v a occhiochius !

      Elimina
    2. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:38

      simona: in che modo, secondo te?

      Elimina
  29. Mamma mia ti lamenti sempre ... meglio così perchè di storia non sapevo niente...

    RispondiElimina
  30. CàRmìNìLlo TùNz TùNz PàRà PàRà TùNz29 ottobre 2012 09:32

    Vì LòVvò TrPxìMò

    RispondiElimina
  31. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:33

    tutti: quindi voi non avete mai subito violenza?

    RispondiElimina
  32. CàRmìNìLlo TùNz TùNz PàRà PàRà TùNz29 ottobre 2012 09:35

    http://www.youtube.com/watch?v=MIsTEMPaBA8 vedetelo <3

    RispondiElimina
  33. IO credo che la violenza tutti l'abbiano subita e fatta , ma solo chi davvero usa la ragione riesce a controllarsi

    RispondiElimina
  34. NON è GIUSTO PENARE IL PROPRIO PAESE COME UNO STATO NEGATIVO , GIà PARLANDO DI UNO STATO CORROTTO NON SI FA ALTRO CHE INFANGARLO .. INVECE DI DIRE TUTTI CHE LA SOCIETà è CORROTTA DOVREMMO INIZIARE A MIGLIORARLA NOI!!

    RispondiElimina
  35. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:37

    Tutti: secondo voi esiste differenza tra violenza e intolleranza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. EDDIE GUERRERO29 ottobre 2012 09:40

      l'intolleranza genera violenza

      Elimina
    2. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:43

      e la nostra società è o no intollerante?

      Elimina
    3. gran parte di essa lo è

      Elimina
    4. si..la violenza è un qualcosa che arreca danni a una o piu persone mentre l intolleranza è l incapacità di sopportare qualcosa.

      Elimina
    5. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:49

      cosa non riusciamo in generale a sopportare?

      Elimina
    6. non sopportiamo chi riteniamo DIVERSO dalla massa

      Elimina
    7. Anonimo: cosa vuol dire "diverso" e cosa è per te la diversità?

      Elimina
  36. prof una forma di violenza può essere anche quando non si rispettano le decisioni degli altri e si pretende che si deve fare come fa la massa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta Pistone29 ottobre 2012 09:44

      simona: tu hai vissuto una esperienza di questo tipo? ti sei mai dovuta "accodare" al gruppo per non rischiare di apparire diversa?

      Elimina
    2. Prof,io mi sono sempre definita anticonformista perchè ho sempre preferito ragionare con la mia testa e non seguire la massa,l'isolamento è la conseguenza dell'anticonformismo secondo me dovremmo ragionare in modo più individuale e non essere parte della massa per non rischiare di essere lasciati soli da quelli che riteniamo essere nostri "amici"(mi riferisco sopratutto al modo di ragionare dei giovani).

      Elimina
    3. ad esempio non si viene accettati dal gruppo di amici solo perchè magari non ci vestiamo,paliamo o pensiamo allo stesso modo si viene esclusi perchè non ci deve essere più dialogo ma tutti dobbiamo avere l'aspetto di un robot!

      Elimina
    4. tu come reagisci al conformismo?

      Elimina
    5. simo per quanto ti conosco , non sei anticonformista

      Elimina
    6. scegliendo di pensare con la mia testa invece che seguire la massa....

      Elimina
    7. in che senso non sono anticonformista?

      Elimina
    8. Simona: quali conseguenze ci sono per una ragazza come te che non si adegua al conformismo sociale? l'emarginazione dal gruppo? la solitudine?

      Elimina
    9. ogni volta che c'è da afrontare un discorso, dimostri essere chiusa e non aperta ad un dialogo costruttivo, rimani delle tue idee..

      Elimina
    10. si,l'alternativa al conformismo è il giudizio negativo,la critica e l'essere isolata in quanto considerata come una sorta di "alieno"...

      Elimina
    11. ma non è vero

      Elimina
    12. ma questo non può essere definito conformismo,significa solo avere delle certezze che non possono cambiare da un momento all'altro.

      Elimina
    13. è giusto secondo te tutto ciò? quali conseguenze comporta questa forma di discriminazione?

      Elimina
    14. allora secondo te quale sarebbe la conseguenza dell'anticonformismo se non questa?l'uomo fondamentalmente ha paura di rimanere solo pertanto sceglie la strada del conformismo e di mettere in secondo piano le propie idee per dar spazio a quelle della massa,e se un uomo scegliesse la "diversità" automaticamente non fa parte del gruppo.

      Elimina
    15. può essere il giudizio negativo la risposta ad un dialogo costruttivo? ma ci rendiamo conto? simo che stai dicendo :)

      Elimina
    16. non è giusto semplicemente perchè bisognerebbe accettare l'individuo così com'è,con i propi difetti e il propio modo di essere e non criticarlo solo perchè ha il coraggio di pensare e agire diversamente dalla massa.

      Elimina
    17. è giusto conformarsi ai comportamenti della massa per non rischiare l'isolamento sociale?

      Elimina
  37. Ho subito violenze sessuali.. Sono giulia, forse non vi ricordate di me, è stato DELLA. Ciao ragazzi normali e inviolati.. ZEZZA.

    RispondiElimina
  38. VOGLIO USCIRE DAI MIEI CANONI VOGLIO ESSERE DIVERSA E DIVERTIRMI , SONO APERTA ANCHE A RELAZIONI EXTRA SCOLASTICHE ....
    SIMO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco Meola29 ottobre 2012 09:44

      Io sono disponibile per incontri segreti, simona io ti amo da sempre ho lasciato sara per te

      Elimina
    2. waglù facit second sto io

      Elimina
    3. molto divertente -.-"

      Elimina
    4. Francesco Meola29 ottobre 2012 09:47

      so dove abiti!!

      Elimina
  39. anche questa per quanto infantile è violenza

    RispondiElimina
  40. oggi cannoli da bucarest

    RispondiElimina
  41. faccio a gara co mio fratello morticello a chi ha i capelli piu ricci

    RispondiElimina
  42. Tutti: sapreste indicare un'alternativa alla violenza e all'intolleranza?

    RispondiElimina
  43. esistono alternative alla violenza ma siamo noi che preferiamo non adottarle

    RispondiElimina
  44. LO ZIO ALESIù29 ottobre 2012 09:57

    VORREI FOCALIZZARE L' ATTENZIONE SUI MIEI NIPOTINI E NON SULLA VIOLENZA , IO LI AMO TROPPO

    RispondiElimina
  45. Risposte
    1. bravo al morticello che è stato..all uscita vi do 10 centesimi a testa

      Elimina
    2. daccill a mamt morticie

      Elimina
  46. una sana rivisitazione della costituzione e dei suoi rappresentanti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. potrebbe essere una soluzione...riscoprire la Costituzione come principale legge dello stato...e quindi sostituire la legge al comportamento violento e intollerante...cosa ne pensate?

      Elimina
    2. quindi agire secondo la legge è un'utopia?

      Elimina
    3. io dico che è utopia sostituire la legge al comportamento violento.
      la violenza è intrinseca dell'uomo

      Elimina
    4. no ma a questo punto la visione di un governo pulito e degno di tale nome è utopica

      Elimina
  47. Sono un male minore e faccio piangere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Delladonowithz, come si scrive, ma sto gay29 ottobre 2012 10:02

      Sono negro e ciotto

      Elimina
  48. lopolii vid che non sti o volta

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari