Aborto

Legge sull'aborto 194/78 – La disciplina italiana sull'aborto contiene le "Norme per la tutela sociale della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza", 22 articoli che ne regolano l'attuazione. Vediamone gli aspetti principali:
  • lo Stato garantisce il diritto alla procreazione cosciente e responsabile, riconoscendo il valore sociale della maternità e tutelando la vita umana sin dal suo inizio. Inoltre l'interruzione volontaria della gravidanza non va interpretata come mezzo per il controllo delle nascite;
  • la donna che in Italia intenda ricorrere alle tecniche abortive entro i primi 90 giorni dalla gravidanza, può rivolgersi a un consultorio familiare o a una struttura socio-sanitaria all'uopo abilitata o, infine, a un medico di sua fiducia. I Consultori assistono la donna con il fine di farle superare le cause che potrebbero indurla all'IVG, proponendole possibili soluzioni ai problemi esposti, siano essi di tipo sanitario, economico o sociale. Il medico ha il compito di effettuare gli accertamenti necessari e l'obbligo di attestare l'intenzione della donna in un certificato;
  • per ricorrere all'IVG devono sussistere alcune condizioni fondamentali secondo le quali la prosecuzione della gravidanza, il parto o la maternità comporterebbero un serio pericolo per la salute fisica o psichica della donna, in relazione al suo stato di salute o alle sue condizioni economiche, sociali o familiari, o alle circostanze in cui è avvenuto il concepimento, o a previsioni di anomalie o a malformazioni del concepito;
  • l'aborto provocato viene effettuato da un medico del servizio ostetrico-ginecologico presso un ospedale generale oppure presso uno degli ospedali pubblici specializzati. Nei primi novanta giorni l'interruzione della gravidanza può essere praticata anche presso case di cura autorizzate dalle Regioni, fornite di requisiti igienico sanitari e di adeguati servizi ostetrico-ginecologici. Essendo stata ammessa dalla legge sull'aborto l'obiezione di coscienza da parte dei medici, questi devono esprimersi preventivamente circa l'accettazione di queste norme;
  • la richiesta di interruzione della gravidanza viene fatta personalmente dalla donna. Nel caso in cui la donna sia di età inferiore ai diciotto anni, per l'interruzione della gravidanza è richiesto l'assenso di chi esercita su di lei la potestà o la tutela. Tuttavia, nei primi novanta giorni, quando vi siano seri motivi che impediscano o sconsiglino la consultazione delle persone esercenti la potestà o la tutela, il giudice tutelare, in seguito a particolari procedure, può autorizzare la donna, con atto non soggetto a reclamo, a decidere l'interruzione della gravidanza. Se la donna fosse interdetta per infermità di mente, la richiesta di aborto può essere presentata, oltre che da lei personalmente, anche dal tutore o dal marito non tutore, che non sia legalmente separato. Nel caso di richiesta presentata dall'interdetta o dal marito, deve essere sentito il parere del tutore. La richiesta presentata dal tutore o dal marito deve essere confermata dalla donna;
  • sono previste diverse pene per chi cagioni per colpa l'interruzione della gravidanza o il parto prematuro senza il consenso della donna o senza l'osservanza delle modalità indicate espressamente dalla legge;
  • il titolo X del libro II del codice penale viene abrogato. Sono altresì abrogati il n. 3) del primo comma e il n. 5) del secondo comma dell'articolo 583 del codice penale.

Dobbiamo imparare a distinguere un aborto contraccettivo, che serve a limitare le nascite, da un aborto terapeutico, che sceglie tra la vita della mamma e quella del bambino, e che viene praticato anche quando il feto presenta anomalie gravi, incompatibili con la vita.
Voi cosa ne pensate? Accettate in linea di principio l'aborto come possibilità? Lo pratichereste? Sempre o solo in alcune situazioni?

Commenti

  1. bestia di Cristoforo Culomb1 ottobre 2012 12:15

    Coraggio ragazzi comment on

    RispondiElimina
  2. When is the dinner?? When we can have a dinner??

    RispondiElimina
  3. Giacomo Leopardi1 ottobre 2012 12:20

    Ma si l'aborto deve essere legalizzato perchè la Natura è malvagia, nasciamop dalla natura per acquistare poi razionalità e perdere qualsiasi forma di Immaginazione,

    RispondiElimina
  4. Non gradisco la compagnia di persone che hanno per cognome un organo di senso chiuso... vorrei porle poi una domanda... perchè mi odi?? Che ti ho fatto?

    RispondiElimina
  5. Nain! Aborto no è giusto, è cosa negatifa yah! Italia stupita naziona !nain! Io abolirei aborta !

    RispondiElimina
  6. Francesco della Martora1 ottobre 2012 12:26

    Aborto? Ma che ne so , mo vado a dormire.... zzzzzzzzzzzzzz

    RispondiElimina
  7. Giuseppe Mancio1 ottobre 2012 12:28

    Aborto?? ma por(censored) in sto blog non si può bestemmiare... (censored) uffa

    RispondiElimina
  8. secondo la mia opinione l'aborto è giusto nel momento in cui i probabili genitori del bambino non sono ancora idonei e capaci di avere questa responsabilità. Infatti vedere dei ragazzi di età dai 16 ai 18 anni con un figlio è un fatto assurdo, perchè questi ragazzi non possono badare e mantenere il loro bambino in quanto non hanno un lavoro e devo pensare alla scuola. Quindi in queste situazioni sono i parenti che vengono coinvolti per il mantenimento di questo bambino aggravando anche, se la situazione economica non fosse delle migliori, la vita di questi.In conclusione il momento giusto per avere un bambino sarebbe quando i genitori del bambino posso autosostenersi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come ho già spiegato darebbe molti problemi non solo ai genitori del bambino che non potrebbero crescerlo ma anche ai parenti dei genitori che giustamente si sentirebbero in dovere ad aiutarli a gestire la situazione

      Elimina
  9. l'aborto legalizzato è una delle poche mosse politiche più giuste dell'ultimo secolo, in quanto se una donna decide di abortire vuol dire che il bambino non era voluto per tanto con questA OPERAZIONE SI POTREBBE RIMEDIARE all' "errore". Il preservativo o la pillola prima hanno lo stesso effetto dell'aborto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi se si commette un errore è bene rimediare, giustamente...

      Elimina
  10. occhio per occhio....

    RispondiElimina
  11. non è la stessa cosa perche con l aborto UCCIDI un individuo che si sta formando all interno dell organismo femminile, mentre con la pillola o il preservativo EVITI che la formazione dell embrione INIZI! Non è la stessa cosa..

    RispondiElimina
  12. L'aborto è giusto in quanto permette di far fronte a un problema sorto contro il desiderio di chi è coinvolto non capisco infatti la differenza che ci potrebbe essere tra il preservativo e l'aborto

    RispondiElimina
  13. Bender ubriaco1 ottobre 2012 12:40

    l'essere formatosi nell'utero femminile non può essere ancora chiamato individuo cosciente in quanto ancora non acquista una propria consapevolezza, se intendi un essere come "vivo" il caro vecchio spermatozoo è un essere vivente dotato forse di più vita dell'essere che si formerà successivamente

    RispondiElimina
  14. Carly rae Jepsen1 ottobre 2012 12:43

    Ho appena espresso un desiderio
    gettando una monetina nell'acqua
    Non chiedermelo, non te lo dirò mai
    Ti ho guardato mentre la monetina cadeva
    E adesso sei sul mio percorso

    Ho barattato la mia anima per un desiderio
    pochi centesimi per un bacio
    Non stavo cercando proprio questo
    Ma adesso sei sul mio percorso

    mi fissavi, con i tuoi jeans strappati, mostravi la pelle
    Notte calda, il vento soffiava
    Dove pensi di andare, tesoro?

    Hey, ti ho appena incontrato
    Ed è pazzesco ma voglio già darti il mio numero
    quindi potresti chiamarmi, forse?
    È difficile guardarti negli occhi mentre lo dico
    ma questo è il mio numero di telefono
    quindi potresti chiamarmi, forse?
    E tutti gli altri ragazzi
    Mi vengono dietro
    Ma ecco il mio numero
    quindi potresti chiamami, forse?

    Ti sei preso il tuo tempo per chiamare
    Io non ho indugiato a innamorarmi
    Tu non mi hai dato niente di niente
    Eppure, sei ancora sul mio percorso

    Io supplico, prendo in prestito e rubo
    Ho delle previsioni, e si avverano
    Non sapevo che l’avrei provato
    Ma è sul mio percorso

    Mi sostenevi lo sguardo, jeans strappati, pelle a vista
    Notte bollente, il vento soffiava
    Dove pensi di andare, piccolo?

    mi fissavi, con i tuoi jeans strappati, mostravi la pelle
    Notte calda, il vento soffiava
    Dove pensi di andare, tesoro?

    Hey, ti ho appena incontrato
    Ed è pazzesco ma voglio già darti il mio numero
    quindi potresti chiamarmi, forse?
    È difficile guardarti negli occhi mentre lo dico
    ma questo è il mio numero di telefono
    quindi potresti chiamarmi, forse?
    E tutti gli altri ragazzi
    Mi vengono dietro
    Ma ecco il mio numero
    quindi potresti chiamami, forse?

    Prima che entrassi nella mia vita
    Mi mancavi tantissimo
    Mi mancavi tantissimo
    Mi mancavi tantissimo, tantissimo

    Prima che entrassi nella mia vita
    Mi mancavi tantissimo
    E dovresti sapere che
    Mi mancavi tantissimo, tantissimo

    È difficile guardarti negli occhi mentre lo dico
    ma questo è il mio numero di telefono
    quindi potresti chiamarmi, forse?
    E tutti gli altri ragazzi
    Mi vengono dietro
    Ma ecco il mio numero
    quindi potresti chiamami, forse?

    Prima che entrassi nella mia vita
    Mi mancavi tantissimo
    Mi mancavi tantissimo
    Mi mancavi tantissimo, tantissimo

    Prima che entrassi nella mia vita
    Mi mancavi tantissimo
    E dovresti sapere che...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. We allora come si può prescindere
      nella cenere
      tutti uguali come le stelle delle belle
      delle celle come budelle

      Elimina
  15. uno dotato di senso1 ottobre 2012 12:45

    perchè vivere quando canzoni del genere fanno più successo di canzoni che meritano?? UNA CANZONE SENZA SENSO E CN UN SIGNIFICATO.... ha significato??

    RispondiElimina
  16. allora,secondo me l'aborto non è una cosa giusta. ogni essere vivente ha il diritto di vivere e quindi una persona non può "comandare" sulla vita degli altri. molti pensano che abortire nei primi mesi di vita del bambino non sia un "REATO"; in realtà anche se ha un giorno di vita deve essere considerato un essere vivente a tutti gli effetti.

    RispondiElimina
  17. ano-nimo non ha alcun giorno di vita se non è partorito

    RispondiElimina
  18. fischietto fastidioso che sta mò1 ottobre 2012 12:53

    L'aborto è visto come una soluzione ai problemi soprattutto per quanto riguarda i ragazzi. E vi darò fastidio ancora per molto

    RispondiElimina
  19. Permette di risolvere una situazione indesiderata che vita avrebbe un bambino non voluto dai suoi stessi genitori?

    RispondiElimina
  20. la ragazza di Dio1 ottobre 2012 13:04

    Roberto secondo me la vita è un dono prezioso e non va sprecato!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari